FESTIVAL DEL CINEMA DI ROMA: A UN MESE DAL VIA ECCO LE PRIME POLEMICHE

Da quanto sembra emergere dalle dichiarazioni dell’assessore alla Cultura di Roma, Umberto Croppi, la terza edizione del Festival Internazionale del Cinema di Roma è in realtà la prima edizione del Festival del Cinema della maggioranza politica a Roma. L’allusione dell’assessore Croppi sembra limpida: il Festival si deve sottomettere ai voleri della maggioranza («chi lo gestisce ha capito chi governa»). L’assessore alla Cultura del Comune, forse dimentica, come giustamente hanno fatto notare Marrazzo e Zingaretti, che «la cultura e le istituzioni non devono mai rispondere a nessuna maggioranza elettorale», inoltre «il Festival del Cinema è un evento promosso da diverse istituzioni: Regione, Provincia, Comune e Camera di Commercio di Roma». Il primo Festival presieduto da Gian Luigi Rondi sembrerebbe aver perso quella stessa autonomia che ha permesso all’evento romano di conquistare grande prestigio in tutto il mondo, in sole due edizioni. Ma è ancora presto per parlare, nonostante l’infelice uscita da parte dell’assessore Croppi, la fiducia in Rondi e per la sua capacità di realizzare un grande Festival resta intatta.

La polemica è nata in seguito all’opportunità di proiettare la pellicola di Michele Soavi Il Sangue dei Vinti, tratto dal libro di Giampaolo Pansa, film sugli eccessi del dopoguerra ai danni dei fascisti che sembra essere molto gradito dall’amministrazione Alemanno. La pellicola non è stata selezionata, ma verrà comunque proiettata in una serata speciale a causa del suo taglio «televisivo più che cinematografico», come ha dichiarato Piera De Tassis, a capo della commissione che si occupa della selezione dei film. Non è da escludere che la serata sia stata inserita nel programma del Festival grazie all’intervento del ministro della Cultura, Bondi. Se così fosse, lo stato di salute della manifestazione romana sarebbe piuttosto precario.

La polemica nata dalle parole di Croppi va ad aggiungersi a quella legata al caso W, l’ultima pellicola di Oliver Stone incentrata sulla vita del presidente statunitense (interpretato da Josh Brolin): una versione di George W. Bush che sembra non essere gradita a Berlusconi. Nonostante le anticipazioni delle scorse settimane, il film di Stone non sarà dunque presente al Festival di Roma, il mistero è però fitto: da un lato Cristelle Dupont, portavoce dell’agenzia Dda che si occupa della promozione del film, ha dichiarato che W era in trattativa con il Festival di Roma, ma che è stato bloccato da uno degli organizzatori poiché Berlusconi non avrebbe accettato che un film contro Bush aprisse la manifestazione. Fallite le trattative con Roma, il film è stato offerto al London Film Festival, che non ha perso tempo ad accaparrarselo, nonostante l’organizzazione del Festival di Roma sembri esser tornata sui suoi passi e abbia richiesto il film, ma ormai era troppo tardi. Del tutto opposta è la versione di Pier Luigi Rondi, che afferma di non aver mai interrotto le trattative con la produzione di W, la quale ha rifiutato Roma per scegliere Londra.

Nonostante le prime accesissime polemiche, lo stesso Rondi, nelle vesti di presidente, si affretta a tranquillizzare l’ambiente, affermando con convinzione di non aver ricevuto pressioni da parte di nessuno per quanto riguarda la scelta dei film da proiettare: «Stiamo lavorando con molta serenità e continueremo a farlo». Nella speranza che il Festival di Roma possa confermare quanto di buono ha dimostrato nelle due passate edizioni, non resta che aspettare il 22 ottobre, data di inizio della manifestazione, dove ogni polemica verrà meno per lasciar spazio a ciò che ci interessa maggiormente: il cinema.

A.T.

Informazioni su AlessioT

Fotografo e viaggiatore, cinefilo e blogger, romano e romanista
Questa voce è stata pubblicata in Cinema. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...