Recensione “Meno male che ci sei” (2009)

Tra le fan urlanti di “Twilight” da una parte e gli innamoramenti acerbi dei protagonisti di Moccia dall’altra, quel nobile sentimento che è l’amore sta vivendo – cinematograficamente parlando – una fase particolare: in questo contesto si inserisce il nuovo film del regista spagnolo Luis Prieto, già realizzatore di “Ho voglia di te”, che stavolta si confronta con una storia più profonda di quanto ci si aspetti, che non rimarrà di certo nella memoria collettiva, ma che almeno non è neanche da bollare immediatamente sotto la dicitura “boiata”.

Allegra è una diciassettenne piuttosto tipica: il passaggio d’età è sempre un momento delicato per qualunque adolescente, e lei, alle prese con i problemi familiari dei suoi genitori, e i battiti del cuore per un suo coetaneo, non riesce ancora ad uscire dal suo guscio di introversione e insicurezza. Luisa, l’amante del padre di Allegra, è invece una donna adulta, sognatrice, che si attacca alle emozioni come una bambina ad un peluche, facendo del romanticismo un dogma. La morte improvvisa dei genitori spinge Allegra ad incontrare Luisa, dando vita ad un rapporto complesso e delicato tra donne diverse appartenenti a due generazioni differenti, entrambe alle prese con quel pazzo, imprevedibile e talvolta pericoloso sentimento che è l’amore.

Claudia Gerini, bravissima, regala al personaggio di Luisa leggerezza e semplicità, l’esordiente Chiara Martegiani scava negli scazzi della sua età per donarli al suo personaggio, le due si passano la palla della femminilità mettendo a nudo le debolezze del genere maschile, e allo stesso tempo mostrando le proprie. Prieto dal canto suo ci mette delle buone soluzioni (apprezzabili la scena in discoteca e la litigata sul terrazzo), dando al film un po’ più di profondità, ma si tratta ad ogni modo di un tipo di cinema che piace o non piace, e sinceramente a noi non piace. Parafrasando il titolo qualcuno potrebbe pensare: era meglio se non c’eri…

pubblicato su SupergaCinema

Informazioni su AlessioT

Fotografo e viaggiatore, cinefilo e blogger, romano e romanista
Questa voce è stata pubblicata in Anteprime, Cinema, Recensioni Film. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Recensione “Meno male che ci sei” (2009)

  1. Melina2811 ha detto:

    credo che sicuramente mi piacerebbe…. Ciao e buon fine settimana da Maria

  2. Lessio ha detto:

    aspetto un tuo giudizio dopo la visione, ciao

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...