CAPITOLO 103 – UNA VITA DA CINEFILO

Settimana piuttosto intensa: la Roma ha vinto un derby da infarto, ho inaugurato la mia mostra fotografica e in mezzo a tutto ciò ho avuto tempo soltanto per andare un paio di volte al cinema e per un’anteprima. La novità è che finalmente sono tornato al cinema in compagnia, anche se andare in sala da solo è un’esperienza che mi piace tantissimo: sono un tipo da ultima fila, colui che si gusta il film alle spalle di tutti, e forse non è in questo che dovrebbe trovare piacere un uomo adulto.

CELLA 211 (2009): Ormai la cinematografia spagnola ha fatto passi da gigante, nella penisola iberica si fanno film così belli e di generi differenti che noi non possiamo far altro che ammirare e applaudire. Penso a “Rec”, ovviamente ad Almodovar, alle tante proposte che stanno emergendo in questo cinema (“After”, che da noi non è neanche arrivato). Tra questi, c’è “Cella 211”, un prison movie che se girato ad Hollywood sarebbe stata l’ennesima porcata d’azione americana. Invece è un filmone.

I GATTI PERSIANI (2009): Quant’è bello andare a pescare un film distribuito in soli tre cinema in tutta Roma e trovarsi di fronte ad un film stupendo. La storia vera di un gruppo di ragazzi appassionati di rock in un Paese, l’Iran, dove il rock è censurato: che bellezza, che musica splendida, che immagini. Film da non perdere, bisogna avere solo la buona volontà di andare a trovare una sala dove è proiettato. Perderselo sarebbe davvero triste, se solo si pensa ai tanti filmacci che popolano le sale italiane.

VENDICAMI (2009): Di questo film ho un bel ricordo, non legato alla visione di questa settimana. Un anno fa ero a Parigi, e mi prese lo sfizio di comprare gli storici “Cahiers du Cinema”: avere tra le mani una rivista così storica nella città dove è stata fondata era davvero sfizioso. Sulla copertina c’era il primo piano di Johnny Hallyday, il protagonista del film, e il suo volto mi ha accompagnato per tutto il mio viaggio, in ogni città. Detto ciò, il film è davvero molto bello, sono sempre stato affascinato dal tema della vendetta, e Johnnie To lo racconta con quella poesia di cui gli orientali sono maestri. E poi la locandina è bellissima.

pubblicato su Livecity

Informazioni su AlessioT

Fotografo e viaggiatore, cinefilo e blogger, romano e romanista
Questa voce è stata pubblicata in Cinema, UVDC Rubrica. Contrassegna il permalink.

Una risposta a CAPITOLO 103 – UNA VITA DA CINEFILO

  1. cinescopio ha detto:

    ho visto cella 211, sono entrata in sala non convinta però devo ricredermi, gran bel film, colmo di emozioni.ely

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...