Capitolo 119

Cari affezionatissimi, eccomi di ritorno da Parigi, patria della Cinematheque e della Filmotheque du Quartier Latin (dove prima di partire sono riuscito a vedere “Band à Part” di Jean Luc Godard respirando un po’ l’atmosfera cinefila di “The Dreamers”). Come dicevo, eccomi di ritorno nella città eterna per il terzo anno di vita di questa rubrica che amiamo un po’ tutti e un po’ nessuno. Neanche il tempo di tornare che mi sono buttato al cinema: le vecchie abitudini sono dure a morire…

SOMEWHERE (2010): Appena tornato in città, dopo cinque settimane in quel di Parigi, me ne sono andato a vedere il fresco vincitore del Leone d’oro veneziano. Il film di Sofia Coppola è un “Lost in Translation” più maturo, un bel film, ricco di belle scene silenziose ma che di fatto non aggiunge molto al tema tanto caro alla figliola di Francis: la condizione della società contemporanea alienata e alienante. Paroloni a parte, è davvero un bel film, ma non così tanto… La parentesi in Italia, la patria del trash, dove il protagonista giunge per ricevere il Telegatto (!!!), è triste quanto realistica a vedersi. Il film merita, ad ogni modo.

BERLIN CALLING (2009): Proprio dopo il mio ritorno parlavo con un mio amico che ha vissuto per un po’ a Berlino. Si parlava dei locali, della vita notturna della città (che in qualche modo ho saggiato a febbraio durante la mia esperienza alla Berlinale) e si è finiti a parlare di questo film, che un po’ racconta l’altra parte del palco, o perlomeno uno dei punti di vista. Verso la trequarti il film si trasforma in una sorta di “Qualcuno volò sul nido del cuculo” in salsa tedesca, con il Dj Ickarus, novello Randall McMurphy, che induce alla ribellione i suoi tossici compagni di istituto. Tutto sommato un film interessante, nonostante un finale un po’ troppo affrettato ed esageratamente lieto. Per chi ama l’elettronica, la colonna sonora è da urlo (così dicono), anche se io continuerò sempre a preferire “London Calling” dei Clash…

pubblicato su Livecity

Informazioni su AlessioT

Fotografo e viaggiatore, cinefilo e blogger, romano e romanista
Questa voce è stata pubblicata in Cinema, UVDC Rubrica. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...