Capitolo 190

Scrivo questo capitolo con il sottofondo televisivo de “La compagnia dell’anello” che, anche se distrattamente, mi sto rivedendo per la ventesima volta. Siamo in periodo natalizio, un periodo che da queste parti non amiamo particolarmente, ma che almeno è utile per farsi una bella scorpacciata di film senza sentirsi troppo in colpa, visto che fuori dalle mura di casa il traffico per la corsa ai regali e simili impedisce di muoversi più di tanto. Un paio di nuovi film visti al cinema e soprattutto un po’ di visioni casalinghe, aiutate dai passaggi sul digitale terrestre. Buone feste, ad ogni modo.

2 giorni a Parigi (2007): Film di e con Julie Delpy, attrice che amo soprattutto per quel capolavoro di “Prima dell’alba” di Linklater. Sono legato in modo particolare a questo film poiché nel settembre del 2007 era stata la prima proiezione stampa della mia “carriera”, o se vogliamo della mia vita da cinefilo. Lo ricordavo più divertente, ma in fin dei conti è un film apprezzabile, soprattutto perché la Parigi di Julie Delpy è lontana dai cliché e dalle cartoline, e questo non è mai facile.

Ruby Sparks (2012): Il nuovo film degli autori di “Little miss sunshine”. L’ho amato: in alcuni momenti si ride di gusto (la scena in cui Ruby comincia improvvisamente a parlare in francese è meravigliosa), in alcuni altri ci si commuove (ebbene sì, era da parecchio tempo che il cinema non aveva l’onore di incontrare una mia piccola lacrima). È passato un po’ in sordina nei cinema, ma è uno dei film più belli dell’anno.

Bambole russe (2005): Seguito del fortunato “L’appartamento spagnolo”, è un film simpatico e piacevole, ma funziona molto meno rispetto al precedente. Si perde “l’effetto Erasmus” che era il punto di forza del primo film, e nonostante alcune trovate divertenti questo sequel non regge il confronto con il primo film. Come al solito interessante la colonna sonora, dove spicca un capolavoro di Beth Gibbons (la voce dei Portishead), “Mysteries”.

Balle spaziali (1987): L’hanno passato in tv due volte in dieci giorni e ho avuto il coraggio di rivederlo entrambe le volte. E l’avevo già visto una trentina di volte prima. Io non so come ci riesce, fatto sta che questo film di Mel Brooks mi fa ridere a crepapelle ogni volta come se fosse la prima visione, ed è quasi un miracolo. Qualunque minima stupidaggine mi riporta all’infanzia, e mi fa sganasciare, da un innocuo “se no Pizza ci va in puzza e vi fa a pezzi” alla velocità smodata pretesa dal meraviglioso Lord Casco. No, non ho visto che stava giocando con i pupazzetti! Capolavoro.

The Mist (2007): Uno degli horror più belli e sottovalutati degli ultimi anni, tratto da un romanzo di Stephen King. Angosciante, claustrofobico, con un finale incredibilmente inaspettato e atroce. Inchioda alla poltrona per tutto il tempo. Strepitoso.

Lo hobbit (2012): Una minestra riscaldata. Jackson tenta di ritornare a galla cercando di riproporre i fasti della sua meravigliosa trilogia, che con questo film però non ha niente a che vedere. Quasi tre ore di trekking fastidioso e ripetitivo, con un uso fastidioso del leitmotiv (addirittura invadente con i suoi temi dell’anello e della contea perennemente in sottofondo) e una sceneggiatura che non decolla mai. Noioso, ma interessante la visione in 3D a 48 frame al secondo.

Sideways (2004): Un film che amo. Ho letto proprio in questi giorni il romanzo dal quale è stato tratto, per questo ho deciso di inserire il dvd e rivedere ancora una volta questo gioiello di Alexander Payne, con un Paul Giamatti inarrivabile e un Thomas Haden Church indimenticabile. Che film, e quanta voglia di bere un po’ di vino!

pubblicato su Livecity

Informazioni su AlessioT

Fotografo e viaggiatore, cinefilo e blogger, romano e romanista
Questa voce è stata pubblicata in Cinema, UVDC Rubrica e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...