Recensione “Molière in bicicletta” (“Alceste à bicyclette”, 2013)

Basta un film così, una commedia agrodolce, un eccellente trio di interpreti, un bel soggetto e poco altro per confermare ancora una volta la superiorità del cinema francese all’interno del panorama cinematografico europeo. Philippe Le Guay, che già ci aveva divertito con il pregevole “Le donne del 6° piano”, scomoda addirittura Molière per realizzare un film delizioso: Fabrice Luchini, Lambert Wilson e Maya Sansa sono il trio perfetto per sollevare il soffice velo di amicizia e malinconia che dorme sopra le teste dei protagonisti, attori sulla scena, attori nella vita.

Serge ha abbandonato da tempo la carriera da attore per ritirarsi a vita privata in una paesino isolato, dove vive come un eremita. A disturbare la sua quiete arriva il collega Gauthier, attore nel pieno della sua carriera, che gli propone di recitare insieme a teatro “Il misantropo” di Molière. Serge non sa se accettare o no, ma decide comunque di condividere qualche pomeriggio con il suo amico per provare le battute e godersi la bellezza dell’opera. L’amicizia ritrovata, la poesia di Molière e l’incontro con una donna italiana, Francesca, restituiscono a Serge la gioia di vivere, ma i rapporti fra i tre si riveleranno pieni di contraddizioni e difficoltà.

“Il mondo” di Jimmy Fontana fa da sottofondo a questo curioso ménage à trois, in cui l’arte, l’amore per il teatro e la bellezza dei paesaggi della Île de Ré, sono in realtà il motore decisivo delle azioni dei personaggi. Fabrice Luchini si dimostra un attore versatile e imprevedibile, Lambert Wilson ha lo sguardo del Marcello Mastroianni dei tempi migliori, Maya Sansa si muove tra i due con sensualità e leggerezza. Sono loro tre il vero successo di questo bel film, in cui l’opera di Molière sembra essere più moderna e attuale che mai: così come nella lettura del testo, i due protagonisti si scambiano continuamente i ruoli, fino ad una chiusura inaspettata, forse amara, ma in qualche modo riconciliante.

Informazioni su AlessioT

Fotografo e viaggiatore, cinefilo e blogger, romano e romanista
Questa voce è stata pubblicata in Anteprime, Cinema, Recensioni Film e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...