Attualmente al Cinema

Una selezione dei film attualmente nelle sale italiane. Aggiornato al 14 maggio 2015

Il racconto dei racconti: Dimenticate quei noiosi fantasy hollywoodiani, in cui effetti speciali all’avanguardia sono spesso costretti a tappare i buchi di sceneggiature zoppe per tentare di evitare una lunga serie di sbadigli. Date a un italiano un genere cinematografico che non appartiene né alla sua cultura, né tantomeno alla sua filmografia, e vedrete finalmente qualcosa di interessante e senza dubbio particolare. Qualcosa di nuovo
VOTO 7+

Leviathan: La Russia di oggi in un bellissimo dramma di oltre due ore, firmato da Andrej Zvjagincev. Davide contro Golia, dove però Golia ha dalla sua anche la potenza della religione. Attori meravigliosi, ambientazione angosciante e favolosa, un film di incredibile impatto. Migliore sceneggiatura un anno fa a Cannes e miglior film straniero ai Golden Globes.
VOTO 7,5

Sarà il mio tipo?: Titolo un po’ idiota e teaser fuorviante per un gioiello sentimentale, tra la commedia e il dramma. Oltre la patina che sembra accennare ai cliché tra il parigino intellettuale e la parrucchiera di provincia, il film di Lucas Belvaux scopre una profondità emozionante e ci regala un’attrice straordinariamente intensa: Emilie Dequenne, meravigliosa. Una sopresa, da vedere.
VOTO 7,5

Forza maggiore: La bravura di Ruben Ostlund, il regista, è nella capacità di insinuare il dubbio dentro noi stessi. Lo fa con una pellicola esteticamente affascinante, tecnicamente ineccepibile, elegante nella messa in scena grazie ai suoi sobri e quasi impercettibili movimenti di macchina. Premio della Giuria di Un Certain Regard un anno fa a Cannes.
VOTO 7,5

Le streghe son tornate: Grande successo al Festival di Roma 2013, dove la gente in coda per entrare arriva fuori dall’Auditorium. Il nuovo film di Alex De La Iglesia è un’esplosione di divertimento, fantasia, pazzia: un’improbabile rapina porta due uomini, un tassista, un casuale passeggero e un bambino in un covo di streghe assatanate di sangue e sacrifici. Irresistibile.
VOTO 7+

Samba: Dopo “Quasi amici”, una nuova pellicola incentrata sul sociale firmata dalla coppia di registi Eric Toledano e Olivier Nakache. Interessante il punto di vista sui sans papier, il pericolo e l’angoscia nella quale sono costrette a vivere centinaia di persone, ma al di là di questo c’è poco. Charlotte Gainsbourg e Tahar Rahim sprecatissimi, bene Omar Sy.
VOTO 5,5

Mia madre: Il ritorno di Nanni Moretti convince a metà. Tra il filo drammatico e quello leggero da commedia predomina il primo, ma convince di più il secondo (anche grazie ad un ottimo John Turturro). Margherita Buy bravissima, ma al film manca qualcosa. Da non perdere la scena di Turturro nella camera car.
VOTO 6,5

White God – Sinfonia per Hagen: Gioiello ungherese di Kornel Mundruczo, vincitore a Cannes lo scorso anno nella categoria Un Certain Regard. Film bellissimo che danza tra il neorealismo e una sorta di thriller in stile Stephen King, con un finale letteralmente da favola. Hagen, il cane, è uno straordinario protagonista.
VOTO 7,5

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...