Recensione “Decision to Leave” (2022)

L’ultimo lavoro di Park Chan-wook, clamorosamente snobbato poche ore fa dalle nomination agli Oscar, parte come un thriller in cui si cerca di scoprire la verità sulla morte di un uomo precipitato da una parete di montagna e lentamente, anche inaspettatamente forse, si dipana invece come uno dei film più romantici degli ultimi anni. Effettivamente,…

Recensione “The Last of Us” (Episodio 1)

Qualche anno fa un ex vicino di casa, davanti a un caffè (e/o una birra), cominciò a parlarmi di un nuovo videogioco che lo stava tenendo sveglio tutte le notti. Da amante delle storie fatte bene gli chiesi di parlarmene e così Emiliano mi cominciò a raccontare la storia di quest’uomo costretto a fronteggiare una…

Recensione “Babylon” (2022)

Mentre scrivo queste righe ho ancora il terrore di girarmi e trovarmi di fronte a un altro finale di Babylon: non sono sicuro che sia veramente finito. Damien Chazelle infatti naufraga in questo film-fiume di 188 minuti perdendosi in una sfilza continua di finali, mettendoci tutto il cuore possibile nelle pur tenere intenzioni, risultando però…

Capitolo 344

Un altro anno se n’è andato, un altro anno è cominciato. A fare da ponte tra il 2022 e il 2023 c’è, come sempre, del buon cinema, come è abitudine da queste parti. L’ultima settimana di dicembre, da che mondo è mondo, è il periodo in cui si recuperano i film che sono sfuggiti durante…

Recensione “The Myth of American Sleepover” (2010)

Quando raggiungi i quarant’anni avviene quello strano miracolo per cui cominci a ricordare l’adolescenza come un periodo magico, pieno di vita, gioia, possibilità, nuove esperienze e amicizie che resteranno per sempre. Gioia? Edonismo? Socialità? Per molti l’adolescenza è stata un incubo apparentemente senza lieto fine, pieno di disagio, malinconia, costrizioni sociali e amici imbarazzanti. David…

Recensione “Le Otto Montagne” (2022)

Secondo una leggenda nepalese, il mondo è una ruota con otto raggi. Al centro del mondo si trova un monte altissimo, il Sumeru, intorno al quale ci sono otto mari e otto montagne (che corrispondono ai raggi della ruota). Il saggio si domanda: a scoprire il senso della vita è colui che ha fatto il…

Capitolo 342

Dopo i festeggiamenti di rito per l’undicesimo anniversario di Una Vita da Cinefilo, rieccoci immediatamente qui per tornare a parlare di ciò di cui (spero) sappiamo parlare meglio: il cinema. Dicembre ha bussato con i piedi e si è presentato come sempre alla porta di casa con il suo solito carico di freddo, fastidioso e…

Recensione “Bardo” (2022)

Il nuovo film di Inarritu si apre in una sala parto dove un neonato decide di tornare nell’utero materno perché “il mondo fa schifo”: un modo piuttosto curioso di aprire una storia ed è immediatamente chiaro che stiamo assistendo alla “cronaca falsa di alcune verità”, come sottolinea il sottotitolo del film (capiremo in seguito il…

Recensione “Bones and All” (2022)

L’ultimo film di Luca Guadagnino si apre su una serie di acquerelli raffiguranti paesaggi della provincia statunitense: è la promessa del road movie al quale assisteremo nelle seguenti due ore. L’incipit è talmente bello da far sembrare il resto del film quasi deludente, ma non è davvero così: siamo nel liceo di una cittadina della…

Capitolo 340

Eccoci nuovamente qui, nuovamente alle prese con la vita da cinefilo dopo averla esasperata e vissuta pienamente con la piacevole parentesi della Festa del Cinema di Roma. Da allora è passata un po’ d’acqua sotto i ponti, ma non troppa, considerato che due film che ho visto sono figli di esperienze vissute al festival e…